METALLUS.IT - 8/10


METALITALIA.COM - 7,5/10
"...Come Spartacus ha spezzato le catene per liberarsi dalla schiavit�, cos� i Clairvoyants si sono staccati dalla zavorra che li teneva ancora idealmente legati al passato. Troppo facile, ma soprattutto riduttivo, identificare i lombardi solamente come storica cover band degli Iron Maiden. Gi� con l'album d'esordio i nostri avevano preso le distanze dal sound classico della NWOBHM, ora con "The Shape Of Things To Come" si sono scrollati definitivamente di dosso il mito di Steve Harris e soci. Il nuovo disco targato Clairvoyants � un imprevedibile mix di haevy metal, hard rock e power metal, in un'ideale e perfetta unione tra Jorn Lande solista, Edguy ed, ovviamente, Maiden." "...il secondo "The Shape Of Things To Come", un disco con il quale i Clairvoyants evolvono verso un songwriting pi� ispirato, personale e maturo. Al centro di questa apprezzabilissima seppur non radicale svolta c'� la volont� di avvicinarsi maggiormente a territori hard rock e dare a ritornelli e melodie un maggior risalto. � proprio in tali aspetti, oltre che in una miglior cura di suoni e arrangiamenti, che sta la maggior qualit� di "The Shape Of Things To Come" rispetto al precedente lavoro."
Link: www.metallus.it/recensioni/the-shape-of-things-to-come Link: metalitalia.com/album/clairvoyants-the-shape-of-things-to-come




SPAZIOROCK.IT - 7,5/10


HEAVYWORLDS.COM - 8/10
"...Ispirato e suonato in modo egregio, "The Shape Of Things To Come" non fallisce l'appuntamento e, anzi, consacra i Clairvoyants tra le pi� belle realt� della scena metal italiana. Alla bont� dell'album, infine, contribuiscono anche la scelta dei suoni, puliti e possenti, e la produzione impeccabile alle sue spalle..." "...In generale, ci troviamo di fronte all'ottimo lavoro di un gruppo che sta diventando sempre pi� consapevole delle proprie qualit� e sta lavorando sodo per esprimerle al meglio. I risultati sono notevoli e sicuramente questo album si presenta come un trampolino di lancio ideale per posizionarsi nel mercato nazionale ed internazionale accanto ai nomi pi� importanti della scena metal. I tempi sono maturi per il grande salto, appuntantevi il nome Clairvoyants e tenetelo sotto stretta sorveglianza."
Link: www.spaziorock.it/recensione.php?&id;=2418 Link: www.heavyworlds.com/.....-clairvoyants-the-shape-of-things-to-come



METALITALIA.COM - 7/10


HARDROCKHAVEN.NET - 8,5/10
"...Word To The Wise presenta dunque il solo difetto evidente di essere derivativo in certi frangenti ma costituisce comnunque un notevole passo da parte di un gruppo che avrebbe potuto benissimo continuare a suonare quasi esclusivamente cover, visto il notevole seguito e il successo ormai consolidati e ben superiori a molte band nostrane con vari dischi all'attivo." "...Wow. Could anyone have predicted that the best power metal album (so far) of 2009 would be from a cover band? Granted, Clairvoyants is an Iron Maiden cover band, and you know that if they can pull of Maiden songs for the better part of a decade they have to be pretty good at what they do. Still, technical proficiency doesn't always translate into songwriting ability (see: Malmsteen, Yngwie), which is why an album like Word to the Wise is such a pleasant surprise."
Link: metalitalia.com/album/clairvoyants-word-to-the-wise/ Link: hardrockhaven.net/online/2009/05/clairvoyants-word-to-the-wise/


METALLUS.IT - 7/10


POWERMETAL.DE - 4/5
"...Dopo tanti anni su e gi� per l'Italia come tribute band degli Iron Maiden, i Clairvoyants provano a camminare con le proprie gambe, pubblicando questo disco d'esordio. "Word To The Wise" � interamente composto da pezzi originali (fatta eccezione per "Hallowed By Thy Name" con il superospite Andr� Matos) e ci mostra un gruppo decisamente in forma che, pur traendo profondamente ispirazione dalla cult band celebrata per tanti anni, riesce a dire la propria con un album fresco e compatto.......Il battesimo � sicuramente da premiare e conferma che i Clairvoyants sono in grado di camminare con le proprie gambe. Per il prossimo disco inizieranno sicuramente a correre." "...Die Eigenst�ndigkeit der Band ist zwar noch nicht unbedingt berauschend, doch nicht nur Fans von IRON MAIDEN, die schon l�ngerer Zeit h�nderingend auf ein neues Werk ihrer Helden warten, sei "Word To The Wise" w�rmstens empfohlen, denn dieses Album ist trotz aller Querverweise, ein verdammt gelungenes geworden, das schlicht und ergreifend mit klischeefreiem Heavy Metal in traditioneller Machart imponieren kann."
Link: www.metallus.it/recensioni/word-to-the-wise/ Link: powermetal.de/review/review-Clairvoyants/Word_To_The_Wise,13583.html


TRUEMETAL.IT - 74/100


METALSTORM.EE - 8/10
"...Word To The Wise � la dimostrazione vivente e pulsante dell'esperienza accumulata in quasi dieci anni di sangue e sudore sui palchi del nord Italia, dove la perizia tecnica del combo lariano esce imperitura. Non a caso il guitarist Luca Princiotta vanta militanze in band come i Blaze di Blaze Bayley e i Doro dell'istituzione tedesca Dorothy Pesch. Il risultato � soddisfacente, senza dubbio, tenendo conto che sempre di un esordio si tratta. Certo, un pizzico di personalit� in pi� nel songwriting non avrebbe guastato, cos� come talvolta una sana dose di violenza fine a se stessa, comunque caratterizzante, che fa sempre tanto HM." "...The band plays a style similar to Iron Maiden during the first Dickinson era, yet with a bit of a more modern approach and some power metal (bits of both the heavier US and the more melodic European style) riffs added to the fold, comparing these guys to Angra wouldn't be that far-fetched either. Although the songwriting as well as the whole instrumental section, guitar solos included, is heavily influenced by the heavy metal legends, Clairvoyants never really copy and the CD definitely has a more personal feeling than I would have expected."
Link: www.truemetal.it/reviews.php?op=albumreview&id;=7511 Link: www.metalstorm.net/pub/review.php?review_id=6507


METAL.IT - 7/10


THE PIT - 7,5/10
"...Il disco si apre sulle note della spigliata "Journey Through the Stars", un refrain azzeccato e le chitarre leste a rincorrersi, mentre sulla successiva "The Lone" i Clairvoyants prediligono atmosfere pi� cupe che danno risalto alla ritmica, con una superba prova di un Gabriele Bernasconi che non ha mai scimmiottato Bruce Dickinson prima e tanto meno commette questo errore ora, dimostrando invece personalit� e versatilit�. Una doppietta questa che dipana immediatamente i (leciti) dubbi che potevano ancora sussistere sulla consistenza del gruppo." "...Fazit: Clairvoyants bieten mit "Word To The Wise" ein qualitativ gutes Album. Man bekommt viel Abwechslung geboten, trotzdem gibt es leider auch hier ein paar St�cke, welche der sehr hoch liegenden Messlatte nicht gerecht werden k�nnen und das Gesamtbild etwas tr�ben. Zwar ist die Eigenst�ndigkeit und Individualit�t nicht immer 100%ig gegeben, jedoch sollte man in diesem Punkt nicht zu hart sein. Denn niemand kann einfach mal so einen Schalter umlegen und seine gesamte (musikalische) Vergangenheit einfach ausblenden. Man sollte stets im Hinterkopf behalten, dass dies ein Deb�talbum ist und daf�r ist es gut geworden. Potenzial und Qualit�t sind schlie�lich vorhanden."
Link: www.metal.it/album.aspx/9967/ Link: www.the-pit.de/cd-review/article/clairvoyants-word-to-the-wise/